mercoledì 23 aprile 2014

BISCOTTI GENOVESI



Di solito utilizzo la pasta madre per il pane, ma su questo sito ci sono anche tante ricette dolci, come quella dei biscotti genovesi, buonissimi al naturale inzuppati nel latte e ancora più buoni con burro e marmellata. Hanno anche il vantaggio di conservarsi a lungo in una scatola di latta.


 
 
Ingredienti
120 g di pasta madre rinfrescata la sera prima
250 g di farina Manitoba
80 g di zucchero
80 g di burro
1 uovo
70 ml latte



Mettere la pasta madre nella planetaria, unire 70 ml di latte tiepido e l’uovo a temperatura ambiente, mescolare velocemente poi unire la farina, lo zucchero e il burro morbido. Mescolare per circa 10-15 min. con il gancio K. aggiungendo ancora un po' di latte se il composto risulta troppo duro da lavorare.
Fare riposare l'impasto coperto da un telo umido fino al raddoppio, poi formare un filone e lasciarlo lievitare per altre 4 ore.
Cuocere in forno preriscaldato a 200°per 10 minuti, poi abbassare la temperatura a 180° e cuocere altri 10 minuti.
Fare raffreddare e tagliare a fette.
Mettere le fette a tostare in forno a 200° in modalità ventilato.
 



mercoledì 2 aprile 2014

TORTA CON ROSELLINE DI MELE


Una crostata alle mele dal sapore delicato e dall'aspetto romantico e primaverile! Le roselline non sono difficili da fare, soprattutto se vi siete già allenati preparando queste


 
 
Ingredienti per uno stampo da 22 cm
Per la frolla:
150 gr. di farina 00
100 gr. di farina di farro
150 gr. di burro
70 gr. di zucchero
2 tuorli
un pizzico di sale
 
Per la crema frangipane:
75 gr. di pistacchi
75 gr. di zucchero
70 gr. di burro a temperatura ambiente
50 gr. di yogurt greco
1 uovo
 
Per le rose di mela:
4 mele mele rosse
300 gr. di zucchero
700 gr. di acqua
 
 
Preparare la pasta frolla impastando nel mixer tutti gli ingredienti. Fare un panetto e fare riposare in frigorifero per almeno 1 ora.
 
Preparare la crema tritando finemente con il mixer i pistacchi e lo zucchero. Lavorare il burro morbido con lo yogurt, aggiungere i pistacchi tritati e l'uovo.
 
Portare a bollore l'acqua con lo zucchero. Nel frattempo lavare le mele, togliere il torsolo lasciandole intere e tagliarle a fettine sottili con la mandolina, poi tagliare ogni cerchio di mela a metà e tuffarli un po' alla volta nello sciroppo di acqua e zucchero, scolarle dopo un paio di minuti e lasciare raffreddare. Per essere sicuri che lo spessore e il tempo di cottura siano esatti, vi suggerisco di fare una prova con un paio di fettine finchè non avrete trovato la giusta combinazione.
 
Stendere la pasta frolla nello stampo imburrato e infarinato, versarvi la crema e cuocere in forno preriscaldato a 170° per circa 30 minuti.
 
Quando la crema è tiepida preparare le roselline di mela: avvolgere su se stessa una fettina dandole una forma conica e intorno a questa arrotolare una seconda fettina (vedrete che è più facile di quanto sembri). Appena formata ogni rosellina affondatela nella crema, cercate di disporle molto vicine tra di loro (anche più di quante ne vedete nella mia foto, perché a lavoro fatto mi sono resa conto che nella mia c'era qualche buco).
Prima di servire spolverizzare con lo zucchero a velo.
 
 
 

mercoledì 26 febbraio 2014

INSALATA DI RADICCHIO, PECORINO E AGRUMI


Un'idea rapida e sfiziosa


 
 
 
Tagliare finemente il radicchio e disporlo su un piatto, aggiungere le fettine di arancia e il pecorino affettato con la mandolina.
Condire con olio, sale, pepe, limone o succo di arancia.

mercoledì 19 febbraio 2014

TORCETTI DI SFOGLIA E NUTELLA


Per la colazione con i suoi amici il dolce ha voluto prepararlo da sola e visto il successo di questo sta già pensando alla prossima ricetta!



 
I dolcetti sono davvero semplicissimi: occorre solo un rotolo di pasta sfoglia, un po' di crema di nocciola e latte per spennellare.
Stendete la sfoglia e tagliatela a strisce larghe un paio di cm, spalmate un velo di crema di nocciola su ogni striscia e arrotolatela su se stessa come vedete nella foto, chiudete a formare un cerchio premendo le estremità.
Mettete le girandole su una teglia coperta di carta forno, spennellate con il latte freddo e cuocete a 190° per 15 minuti o finché non iniziano a prendere colore.
Fate raffreddare e poi staccatele delicatamente dalla teglia.
Buona colazione!

venerdì 7 febbraio 2014

TORTA DI BROCCOLI E CAVOLFIORE CON PASTA MATTA

Questa è una di quelle torte svuota frigo, nel senso che ci potete mettere vari avanzi di verdure e formaggi che in questa nuova veste sembreranno più sfiziosi. In questo caso si trattava di broccoli e cavolfiore ai quali ho aggiunto solo una manciata di parmigiano e un pizzico di aromi.
In alternativa alla pasta sfoglia o alla brisè potete provare a fare la pasta matta che non contiene burro ed è quindi più leggera, si prepara in cinque minuti perché non deve essere impastata a lungo tanto che io trovo più comodo farla a mano anziché usare la planetaria.
 


Ingredienti per la pasta matta (per una teglia di 22 cm di diametro)

200 gr. di farina 00 oppure di semola
20 gr. di olio evo
1 cucchiaino di sale
acqua tiepida q.b.


Ingredienti per il ripieno:
qualche ciuffo di broccolo e cavolfiore lessato
un pizzico di peperoncino e aglio essiccato
abbondante parmigiano grattugiato

Versate in una ciotola la farina, il sale, l'olio, mescolate brevemente con un cucchiaio e iniziate a unire l'acqua poca alla volta, impastate con le mani, fino ad ottenere un composto morbido ma non appiccicoso. Se vi accorgete di avere aggiunto troppa acqua non c'è problema, unite ancora un po' di farina.
Stendete due terzi dell'impasto su carta forno, foderate il fondo e i bordi una tortiera, versate il ripieno che avete scelto, stendete il resto dell'impasto su un altro foglio di carta forno e poi rovesciatelo sulla torta sigillando  bene i bordi.

Cuocere in forno a 180° per 40 minuti.


venerdì 31 gennaio 2014

FILETTI DI BRANZINO CON CIPOLLA CARAMELLATA E RIDUZIONE DI CURCUMA

Il nome della ricetta la fa sembrare complicata, ma è un piatto che si prepara in non più di mezz'ora, tanto buono che mi è stato richiesto due volte nella stessa settimana.
Se non vi piace la cipolla potete ometterla, ma la salsina di curcuma è quella che rende il piatto speciale. Un'altra ragione per non farvela mancare è che questa spezia è ricca di antiossidanti (e da quando l'ho scoperto la metto un po' dovunque, nel risotto, sulle verdure ecc.). La trovate facilmente nei negozi etnici. 

Per la riduzione di curcuma:
50 ml di acqua
2 cucchiaini di curcuma
3 cucchiaini di zucchero di canna
4 cucchiai di aceto bianco

Mettere tutti gli ingredienti in un pentolino, cuocere a fiamma bassa finché il liquido non si sarà ridotto e non avrà assunto l'aspetto di una salsina. A metà cottura potete regolare il sapore secondo il vostro gusto, se vi piace dolce aggiungete un altro cucchiaino di zucchero, se volete che il sapore della curcuma sia predominante aggiungetene ancora un pizzico.

Per gli anelli di cipolla caramellata
1 cipolla rossa
1 cucchiaio di olio
2 cucchiaini di zucchero di canna
sale q.b.
Affettate sottilmente una cipolla rossa, scaldate l'olio in una padellina antiaderente, unire la cipolla, due cucchiaini di zucchero di canna e un pizzico di sale. Fate cuocere a fiamma bassa per circa 15 minuti o finché la cipolla non sarà morbida, aggiungendo poco a poco dell'acqua tiepida per evitare che la cipolla si bruci.
Per i filetti di branzino
2 filetti di branzino
1 cucchiaio di olio
sale q.b.
Scaldare l'olio in un altra padella antiaderente, unire i filetti di branzino con la pelle rivolta verso il basso. Coprite e cuocete per 10 minuti circa senza girarli.
Mettere sul piatto i filetti di branzino, un paio di cucchiai di riduzione di curcuma e qualche anello di cipolla caramellata.

mercoledì 22 gennaio 2014

BUDINO AL COCCO E IL CARAMELLO CHE RIMANE MORBIDO


Pochi ingredienti per questa delizia che non potete farvi mancare se vi piace il cocco! La ricetta proviene da qui




Ingredienti per una tortiera da 24 cm
125 gr di farina di cocco
3 uova a temperatura ambiente
1 lattina di latte condensato
400 ml di latte intero (io ho usato quello parzialmente scremato)
caramello (pronto o fatto da voi seguendo le istruzioni qui sotto)

Separare i tuorli dagli albumi. 
Ai tuorli unire il cocco, il latte condensato e il latte. Aggiungere gli albumi montati a neve mescolando delicatamente dal basso verso l'alto per non smontarli.
Sul fondo della tortiera (la mia era di silicone) versare prima uno strato di caramello e poi il composto al cocco.
Mettere la tortiera all'interno di una teglia più grande e versare acqua fredda quanto basta ad arrivare a metà altezza della tortiera.
Cuocere in forno a 200° per 40 minuti.
Se il budino si colora troppo copritelo con un foglio di alluminio. Se l'acqua inizia a bollire abbassate la temperatura del forno a 180°.
Sfornate e lasciate raffreddare nello stampo a temperatura ambiente, poi mettete in frigo per tutta la notte o per almeno 12 ore.
Al momento di servire capovolgere il budino e, se volete, servite con altro caramello. Come vedete io non ho rinunciato alla dose extra!

Potete usare il caramello già pronto oppure prepararlo in questo modo:

200 gr. di zucchero semolato
12 - 15 cucchiai di acqua

Versare in un pentolino basso e largo lo zucchero e 3 cucchiai d'acqua fredda che farete scendere intorno ai bordi. 
Mettere sul fuoco moderato e attendere finchè non sarà sciolto. Vedrete che lo zucchero comincerà a formare delle bolle, poi si addenserà formando una crosta in superficie. Non mescolatelo!! Al massimo fate ruotare un po' il pentolino se vedete che ci sono delle parti che tardano a bagnarsi d'acqua e a caramellare.
A poco poco lo zucchero comincerà a sciogliersi e ad assumere un colore dorato.
A questo punto toglietelo subito dal fuoco. Attenzione a non farlo scurire troppo o diventerà amaro.
Stando attenti a non bruciarvi unite 5 cucchiai di acqua bollente, mescolate per un paio di minuti, aggiungete altri 4 cucchiai di acqua sempre bollente e mescolate ancora.
Se volete un caramello denso fermatevi qui, altrimenti versate altri 3 cucchiai di acqua.
Versate il caramello in un barattolo e conservatelo a temperatura ambiente.